Il diritto alla prova
del discernimento individuale.
Il minore e l’istituzione
nel giudiziario minorile civile

DPDI_1400x2100_72

€26,00

299 disponibili

Descrizione prodotto

In controtendenza alla teoria del minorenne come debole e fragile, e alla cultura della tutela che ne consegue producendo sottomissione e inerzia, quando non risentimento e ribellismo, la Convenzione europea sull’esercizio dei diritti dei minori  adottata dal Consiglio d’Europa a Strasburgo il 25 gennaio 1996 presuppone invece un minorenne capace di rappresentarsi secondo individuale discernimento nei contenziosi familiari che lo riguardano. La Convenzione introduce inoltre la nuova figura del rappresentante del minore in giudizio con la funzione di promuoverne in quella sede il pensiero, il giudizio, gli interessi, in molti casi in stato di inibizione, rimozione o distorsione.

I casi raccolti nel libro documentano quale sia la  disponibilità nell’autorità giudiziaria, nella famiglia, nella scuola, nella cultura, a dar credito al cosiddetto minorenne di sapersi orientare con discernimento nella sua vita.

Informazioni aggiuntive

Curatore

Giulia Contri Piscopo

ISBN

9788887138498

Lingua

Italiano

Pagine

263

Tipo

brossura

Anno di pubblicazione

2018

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Be the first to review “Il diritto alla prova
del discernimento individuale.
Il minore e l’istituzione
nel giudiziario minorile civile”