L’ALDILÀ IL CORPO

ac_1200x2081

Descrizione prodotto

Siamo già e sempre nell’aldilà, la cui natura, in questo testo, viene individuata nel carattere giuridico dell’esperienza e del pensiero umani. Questa è la premessa che permette di intendere le tre versioni dell’aldilà che vengono qui sostenute.
Si tratta in primo luogo della realtà del corpo umano in quanto aldilà dell’organismo, in quanto quell’unica eccezione della natura in cui la natura si fa questione di soddisfazione. In secondo luogo si tratta della possibilità di concepire la guarigione non come semplice adattamento alla malattia, né come rassegnata capacità di «convivere» con essa, bensì come accesso possibile al guadagno, al beneficio, alla soddisfazione, alla pace. In terzo luogo, l’aldilà indica la praticabilità del rapporto con l’altro, perché rapporto è accesso al beneficio supplementare e reale costituito dall’altro, contro le teorie che riducono la relazione a interazione, comunicazione, informazione, o che dichiarano l’inaccessibilità dell’altro, raggiungibile solo mediante immaginazione, proiezione, identificazione.
Riscattiamo la metafisica da elucubrazione filosofica a realtà quotidiana. Allorché Freud usava la parola «meta-psicologia» – alias il corpo come meta-fisica -aveva semplicemente ragione.

Informazioni aggiuntive

Curatore

Pietro R. Cavalleri

ISBN

8887138060