LAVORO DELL’INCONSCIO
E LAVORO PSICOANALITICO

lilp_1200x1936

Descrizione prodotto

Nel volume l’Autore introduce alcuni temi fonda¬mentali: lavoro, legge, programma, successore. Mostra come la psicoanalisi sia una tecnica fatta per succedere al programma del lavoro dell’inconscio e al fallimento della sua legalità. Essa tuttavia non è il solo successore dell’inconscio. Un secondo — alternativo, usurpatore, illegale — successore, già individuato da Freud, è il «superio». Un terzo è la forma del diritto moderno, allorché sia considerato non solo come regolatore dei rapporti economici e sociali e come sanzionatore degli il¬leciti giuridici, ma anche come organizzatore della vita pulsionale degli uomini collettivizzati nella comunità giuridica. Tra i successori dell’inconscio va annoverata infine la perversione.
La psicoanalisi è dunque solo una cura, cioè un modo di curarsi dell’inconscio e delle pulsioni degli uomini, accanto ad altri modi che le sono alternativi quando non in opposizione.
Chiude il volume l’interpretazione di un curioso documento: la dedica del 1933 di Sigmund Freud a Benito Mussolini.

Informazioni aggiuntive

Autore

Giacomo B. Contri

ISBN

8838000204